Il Seggio Vacante: rude delicatezza per la middle-class inglese

Dopo La via del male, torno a parlare di J.K. Rowling, che con Il seggio vacante segna una doppietta non da poco nel panorama della letteratura e della televisione contemporanea. IL LIBRO Reinventarsi dopo un successo come Harry Potter era impossibile… o quasi! J.K. Rowling non solo ha reso quest’utopia una realtà, ma l’ha fatto con una naturalezza tale da farlo sembrare un gioco da … Continua a leggere Il Seggio Vacante: rude delicatezza per la middle-class inglese

A proposito di ansia

  Alzi la mano chi non ha mai avuto una crisi d’ansia. Non sto parlando di crisi epilettiche, convulsioni, svenimenti o comportamenti al limite dello sdoppiamento di personalità. Parlo di semplice ansia. Quella morsa che ti chiude la bocca dello stomaco e accelera il respiro, che rallenta le lancette dell’orologio e  rende sensibili a ogni battito del cuore, o persino allo scorrere del sangue nelle … Continua a leggere A proposito di ansia

fallimento

Teorema del Fallimento

Le persone non falliscono perché mirano troppo in alto e sbagliano, ma perché mirano troppo in basso e fanno centro. (Les Brown) Inutile girarci troppo attorno: fallire fa schifo. Porsi un obiettivo, lavorarci, crederci e poi vederlo sfumare proprio durante la volata finale, magari sotto gli occhi di altre persone, è una pugnalata all’orgoglio difficile da assimilare. Non è mai facile confrontarsi con i propri limiti e … Continua a leggere Teorema del Fallimento