Propositi per il 2019: boicottare il bilancio dei falliti

Nel pieno del successo degli influencer, dei self-made men, delle occasioni incredibili da prendere al volo e dei treni che non ripassano due volte, prendersi il proprio tempo non sembra una mossa alla moda, intelligente o lungimirante. Piuttosto, pare essere considerata da sfigati.

Se a sedici anni non sei un prodigio in qualsiasi cosa, non farai mai successo. Se a venticinque non hai una laurea di quelle giuste, e non entri nell’azienda giusta, non sarai mai qualcuno. Se a trentacinque non hai scritto manager nella firma aziendale, hai sbagliato qualcosa nella vita.

E basta! Avete fracassato il fracassabile con i like, i follower, le opinioni ostentate, le pubblicità ai video di YouTube, la prospettiva che con le passioni sia possibile campare di rendita fino alla fine dei propri giorni.

Non funziona così, nel mondo reale. Pochi, pochissimi hanno la fortuna di essere al posto giusto, al momento giusto, con il talento giusto. Solo una percentuale infinitesimale della popolazione mondiale riesce ad avere successo al primo colpo. Gli altri cadono, falliscono, si interrogano, si fanno forza, lavorano sui propri errori, ci riprovano. Una, dieci, cento volte.

Io credo che sentirsi invincibili e avere successo non dipenda dalla mera fortuna. E non sia neanche solo talento. Credo che soprattutto ci voglia perseveranza. Per accettare con filosofia le porte che ti sbattono in faccia. Per chiedersi perché. Per non arrendersi. Per credere abbastanza in quello che si vuole e provare, e riprovare, e riprovare.

Ma, nel frattempo, fare altro. Vivere, lavorare, coltivare amicizie, non dare per scontata la famiglia, non logorare tutto e tutti con il malcontento di non riuscire a raggiungere il traguardo nei tempi prefissati.

C’è una frase che ogni tanto mi torna in mente, che ammetto aver sentito per la prima volta in Veronica Mars (ah, la mia cultura pop), che riassume perfettamente quello che penso sulla presunta infallibilità di certi personaggi:

Signore dammi la forza di cambiare le cose che posso modificare,
la pazienza di accettare quelle che non posso cambiare
e la saggezza per distinguere la differenza tra le une e le altre.

Ecco. Rifletteteci la prossima volta che state per deprimervi perché la vita non va come vorreste. Dopotutto è Natale, e il bilancio del fallito è in programma tra meno di dieci giorni.

Annunci

3 pensieri su “Propositi per il 2019: boicottare il bilancio dei falliti

  1. “(…). Avete fracassato il fracassabile con i like, i follower, le opinioni ostentate (…)”.

    Trovo questa frase, nell’attuale epoca Social, quanto mai opportuna.
    Non sapevo che, la citazione da te riportata, fosse di Veronica Mars – mi cospargo il capo di cenere, per la mia ignoranza! -. Mi pare essa inviti ad un bagno di realtà. Che, spesse volte, si prende le sue rivincite, se insistiamo nel voltarle le spalle!

    P. S.
    Spero non essere ricordato come “quello dei P.S.”! :))
    Ma volevo augurare a te e alla tua famiglia, un sereno Anno Nuovo! :))

    1. Oddio la citazione è un po’ più aulica di Veronica Mars. Secondo Wikipedia: “La preghiera della serenità (Serenity Prayer) è stata scritta nel XX secolo dal teologo protestante tedesco-statunitense Reinhold Niebuhr.”
      Io mi limitavo umilmente a citare la prima volta che l’ho sentita.

      Tanti auguri anche a te, senza PS ;), anche se un po’ in ritardo!

      1. Ciao Francesca!
        A conferma della mia ignoranza – di questo me ne scuso. E un po’ me ne vergogno! :(( – , ti confesso di non saper neppure chi sia Reinhold Niebuhr. Lo so adesso, ma solo grazie al tuo commento!
        Grazie per averne riportato la citazione! Che trovo semplice, ma molto saggia. Forse, saggia perché semplice.
        Grazie molte per gli Auguri! Non sei in ritardo, tranquilla! :))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.